Ennio Morricone: a ottobre una nuova antologia del Maestro

Ennio Morricone: forse il più importante autore vivente di musica per il grande schermo.

Ennio Morricone: a ottobre una nuova antologia del Maestro

Ennio Morricone firma un contratto con l’etichetta Decca Records e si prepara ad una nuova pubblicazione discografica.
“Morricone 60”, questo il titolo della raccolta, uscirà il prossimo 7 ottobre, giusto un mese prima dell’ottantottesimo compleanno del Maestro.
Il disco ripercorrerà la sua irripetibile carriera: ben 18 estratti dalle sue più belle colonne sonore, valorizzate dall’esecuzione della Czech National Symphony Orchestra, condotta da Morricone stesso.

A quasi ottantotto anni, il Maestro non pensa proprio di mollare la presa. Annuncia infatti una nova pubblicazione per fine 2016 e sta preparando una nuova serie di concerti sinfonici.

A quasi ottantotto anni, il Maestro Ennio Morricone non pensa proprio di mollare la presa.
Annuncia infatti una nuova pubblicazione per fine 2016 e sta preparando una nuova serie di concerti sinfonici.

A proposito dell’imminente pubblicazione proprio Morricone ha dichiarato: “Dopo il successo della colonna sonora di ‘The Hateful Eight’ – di Quentin Tarantino, n.d.r. – sono felice di tornare alla Decca in occasione di un momento straordinario dei miei sessant’anni di carriera“.
Da parte loro, i dirigenti della Decca replicano:”È un grande onore firmare con Ennio Morricone, le cui iconiche colonne sonore hanno ispirato artisti, registi e appassionati di musica in tutto il mondo, abbracciando intere generazioni.”.

 

Ottantasette anni e non sentirli

 

Alla soglia dei novant’anni l’inossidabile Morricone non solo non ci pensa proprio ad andare in pensione, ma sta vivendo una fase professionale particolarmente vivace, contestualizzata in una carriera già prolifica.
Solo nei mesi scorsi ha firmato la colonna sonora del film “La Corrispondenza“ di Giuseppe Tornatore e le musiche dell’acclamato “The Hateful Eight“ di Quentin Tarantino,: quest’ultimo lavoro gli è valso l’Oscar.
Finalmente, aggiungiamo.
Per via di un problema di salute ha purtroppo dovuto rimandare, poche settimane fa, un ciclo di concerti europei, tra cui le serate che lo attendevano, dal 21 al 24 maggio scorso, all’Auditorium S.Cecilia di Roma.
Un problema alla colonna vertebrale lo ha obbligato ad osservare un periodo di assoluto riposo; ad ogni modo lo staff del Maestro ha comunicato che, dalla fine di giugno, Morricone sarà già in grado di tornare a dirigere, imbarcandosi in un lungo tour.

 

Ennio Morricone: forse il più importante autore vivente di musica per il grande schermo.

Ennio Morricone: forse il più importante autore vivente di musica per il grande schermo.

Breve guida ai successi del Maestro

 

Quella di Ennio Morricone è sì musica composta per l’immagine, ma è di tale ricchezza, bellezza e complessità da poter essere scorporata dalla pellicola.
Il suo lavoro è in grado di raccontare intrecci interni al film, offrendo un contributo narrativo, oltre ad un pregevolissimo commento musicale.

Morricone è uno dei pochi autori contemporanei di musica applicata la cui produzione può essere affiancata ai poemi classici.
Questo di spiega con una rigorosissima preparazione classica ed un grado di conoscenza in grado di fare la differenza.
Morricone si forma infatti presso il Conservatorio S.Cecilia di Roma, sua città natale, studiando tromba e strumentazione per banda; si diploma poi in composizione classica, sotto la guida del grande Goffredo Petrassi.
Negli anni successivi completerà la sua formazione studiando anche direzione d’orchestra e musica corale.
Niente male, eh?

 

Ennio Morricone: un accademico per lo schermo

 

Ennio Morricone ha esordito come arrangiatore della RCA, firmando

Ha scritto alcune delle colonne sonore più importanti di tutti i tempi: da “La cosa di John Carpenter, a “Nuovo Cinema Paradiso“ e “Canone Inverso“ di Tornatore, fino al recentissimo “The Hateful Eight“ di Quentin Tarantino.

Ennio Morricone ha scritto alcune delle colonne sonore più importanti di tutti i tempi: da “La cosa di John Carpenter, a “Nuovo Cinema Paradiso“ e “Canone Inverso“ di Tornatore, fino al recentissimo “The Hateful Eight“ di Quentin Tarantino.

brani ed arrangiamenti per alcuni dei più celebri brani di musica leggera.
Tra o titoli del suo sterminato catalogo figurano come “Se telefonando“ di Mina e “Sapore di sale“ di Gino Paoli.
I suoi arrangiamenti hanno letteralmente vestito tantissimi altri successi della musica italiana e internazionale.
Alcuni degli artisti con cui ha lavorato?Joan Baez, Zucchero, Luigi Tenco, Sergio Endrigo, Rita Pavone, Catherine Spaak, Edoardo Vianello.
E non abbiamo ancora parlato della musica da film, quella per la quale è più famoso.

Cercare di dare una misura riassuntiva del peso di Ennio Morricone nel campo della musica da film sarebbe uno sfregio alla sua eccellenza.
Ha composto al servizio delle più grandi pellicole, dando contorni musicali alle più indimenticabili storie del grande schermo.
Non citiamo titoli specifici, noti ai più, ma vi segnaliamo alcuni dei registi con cui ha lavorato: Sergio Leone, Giuseppe Tornatore, Dario Argento, John Carpenter, Quentin Tarantino, Elio Petri, Brian De Palma.

E poi brani da camera, cantate per voce e orchestra, musiche di commento per radio, televisione e teatro, oltre ad un vasto repertorio da concerto.
Insomma, pur con una produzione preponderantemente dedicata alla musica da film – circa 500 le “soundtrack“ firmate da lui ad oggi – Morricone è un compositore a tutto tondo.

 

A proposito della pubblicazione discografica

 

La raccolta musicale del Maestro conterrà brani risalenti agli storici western all’italiana di Sergio Leone, passando per i capolavori di Tornatore, fino agli estratti del recentissimo ed acclamato “The Hateful Eight”.
Questa la scaletta dei brani inclusi nel disco di prossima uscita:

1. The Man with the Harmonica (da “C’era una volta il West“)
2. The Fortress (da “Il buono, il brutto e il cattivo)
3. The Good the Bad and the Ugly – Main theme
4. Jill’s Theme (Da “C’era una volta il West“)
5. A Fistful of Dynamite
6. The Ecstasy of Gold (da “Il buono, il brutto e il cattivo“)
7. Gabriel’s Oboe (dal film “Mission“)
8. Falls (da “Mission“)
9. On Earth as it is in Heaven (da “Mission“)
10. Nuovo Cinema Paradiso
11. Abolisson  (da “Quemada“)
12. Chi Mai
13. H2S
14. Metti una Sera a Cena
15. Croce d’Amore (da “Metti una Sera a Cena“)
16. Deborah’s Theme (da “C’era una volta in America“)
17. Stage Coach to Red Rock (da “The Hateful Eight“)
18. Bestiality (da “The Hateful Eight“)

..e mentre la musica da film segue correnti sempre più dettate dall’influsso della tecnologia e ammiccano al sound design, il Maestro continua a lavorare, a testa bassa, su canoni, contrappunti e fughe: esattamente come componevano Prokofiev, Tchaikovskij, Haendel.
Un artista che da oltre sessant’anni detta le linee guida della musica, con la capacità e il coraggio di spaziare dal linguaggio sinfonico alla musica “d’uso“.

Noi il disco ancora non l’abbiamo sentito ma, considerata l’immensa caratura dell’artista, ci sentiamo di consigliarvene l’acquisto a occhi chiusi.

samer gaber
music.gamila@gmail.com

Musicista per passione e devozione, mi piace scoprire nuove sonorità, nuovi metodi di produzione e tutto ciò che gravita intorno a questo settore.

No Comments

Post A Comment